Proposta estiva

Summerlife. Per fare nuove tutte le cose

La proposta della Comunità Cristiana per questa estate è qualcosa di inedito. Inedito come il tempo che stiamo vivendo. Inedito perché vedrà coinvolti molti adulti per tante necessarie operazioni. Inedito perché non ci saranno gli animatori … o meglio, non tutti i ragazzi delle superiori potranno essere animatori.

È qualcosa di nuovo … ma sarà la nostra SUMMERLIFE!

Ecco alcune attenzioni che saremo chiamati a rispettare.

Destinatari della proposta:

ragazzi di prima, seconda e terza media frequentate e dei primi due anni delle superiori (2004 e 2005)

Iscrizioni e criteri di priorità:

  • la frequenza ai percorsi di catechesi della Parrocchia;
  • la partecipazione ad attività legate alla Parrocchia (campeggio, scout, sport)

Tempi, luoghi e costi:

  • da lunedì 29 giugno a venerdì 31 luglio;
  • per i ragazzi delle medie tutti i pomeriggi dalle 14:30 alle 17:30 presso l’oratorio di San Paolo Apostolo;
  • per i ragazzi delle superiori il martedì, il giovedì e il venerdì dalle 15:00 alle 18:00 presso l’oratorio San Giovanni Bosco. Il mercoledì dalle 19 alle 21 viene proposta un’attività sportiva presso l’oratorio di San Paolo Apostolo.
  • Contributo di 10 euro alla settimana. Sono esclusi costi di gite che comunicheremo per tempo.

Avremo un’area di accoglienza e triage in Oratorio:

  • oltre la quale non è concesso l’accesso ai genitori e accompagnatori;
  • verrà controllata la temperatura ai volontari, ai ragazzi e agli accompagnatori (se superiore o uguale ai 37,5°C, anche solo dell’accompagnatore, non potremo accogliere il ragazzo);
  • gli ingressi non dovranno creare assembramenti: seguire le indicazioni dei volontari;
  • registreremo la presenza giornaliera sia dei ragazzi che degli adulti volontari.

Staremo a gruppi:

Un maggiorenne con 10 ragazzi.

La composizione del gruppo:

  • dovrà essere il più possibile stabile;
  • eviteremo il più possibile le intersezioni;
  • oltre ai ragazzi e al maggiorenne, ci potranno essere 2 o 3 animatori di almeno 16 anni per organizzare le attività.

Mascherine e gel:

  • mascherine obbligatorie per tutti (solo il responsabile dell’Oratorio potrà dire se si potrà togliere per alcune attività motorie, secondo le norme vigenti e che potrebbero essere aggiornate dalle autorità);
  • saranno messi a disposizione dispenser di soluzione idroalcolica, soprattutto all’ingresso e all’uscita.

Gli ambienti:

  • privilegeremo le attività all’aperto;
  • proporremo escursioni sul territorio e pomeriggi in piscina;
  • in caso di attività in ambienti al chiuso assicureremo il rispetto delle misure di distanziamento, il ricambio dell’aria, e un’approfondita pulizia giornaliera;
  • ogni gruppo avrà un suo spazio di riferimento sia all’aperto che al chiuso.

Gli oggetti:

  • porteremo solo uno zainetto con il cappellino (obbligatorio), bottiglietta/borraccia per l’acqua che potremo riempire alle fontanelle. Il resto non è necessario;
  • portare sempre, naturalmente, il braccialetto di Sansone;
  • avremo cura nella pulizia e igienizzazione degli oggetti (compresi strumenti e giochi) utilizzati dai ragazzi. Saranno igienizzati quotidianamente.

Quanti ragazzi potremo coinvolgere contemporaneamente?

  • La capienza la stabiliremo in base alle norme del distanziamento sociale in riferimento agli spazi disponibili;
  • l’Avvocatura ha poi stabilito che la distanza fra i piccoli gruppi deve essere di almeno 5 metri e che il distanziamento nel piccolo gruppo sia, in caso di attività statica, di almeno un metro, in caso di attività dinamica, di almeno due metri;
  • ma il tutto dipenderà soprattutto dal numero di maggiorenni disponibili a stare coi gruppi di ragazzi.

Formazione dei maggiorenni e degli animatori 16-17enni:

  • ognuno sarà (o è già) formato dal punto di vista educativo e pastorale, secondo le sue competenze, il suo ruolo e le sue abilità;
  • l’Oratorio è tenuto a dichiarare alle autorità competenti e – nelle specifico all’amministrazione comunale – che tutti gli operatori sono stati formati alle norme di carattere igienico-sanitario e che sono sufficientemente preparati ad attuarle secondo i protocolli previsti.
  • Chi non ha ricevuto una formazione di carattere igienico-sanitaria non potrà collaborare come operatore o volontario;
  • sarà l’Oratorio a fornire la dovuta formazione con persone competenti e autorizzate dall’Avvocatura della Curia di Milano.

Nella serata di giovedì 25 giugno alle 20:45 presso la Chiesa di San Paolo verrà presentato l’intero progetto ai genitori e si dovrà consegnare il modulo di iscrizione debitamente compilato. A causa dell’emergenza Covid-19 si chiede la partecipazione di un solo membro della famiglia. Proprio perché il momento è delicato, la partecipazione alla serata è obbligatoria in quanto costituisce la parte di informazione e formazione per la famiglia!

Forza! Vi aspettiamo! L’Oratorio è un luogo sicuro … perché casa per tutti noi!

don Stefano

MODULISTICA

SERATA DI FORMAZIONE PER VOLONTARI E ANIMATORI

http://www.parrocchieinduno.com/wp-content/uploads/2020/06/ORATORIO_COVID19.pdf