Nelle domeniche di AVVENTO porremo attenzione ad alcuni “segni” della Messa. Iniziamo con il primo ciclo: i Tre segni della croce.

Prima di Avvento:Un memoriale del nostro BattesimoÈ il primo significato del segno della croce compiuto all’inizio della celebrazione, a cui si unisce quello della professione della fede e la sua dimensione comunitaria.

Seconda di Avvento:Il mistero della croce principio interpretativo del Vangelo

Segnando la fronte, le labbra e il petto il fedele fa professione di fede nella presenza viva di Gesù Cristo quando si legge la Scrittura.

Terza domenica di Avvento:Un inizio di futuro e un seme di paradiso

È uno dei significati del segno della croce al termine della celebrazione, con cui il sacerdote benedice l’assemblea e che i fedeli accolgono a loro volta

Quarta domenica di Avvento: Il silenzio che precede la celebrazione

Varcare la soglia, il segno della croce, prendere posto, il silenzio interiore ed esteriore.

Quinta domenica di Avvento: Il silenzio dopo l’omelia

Un tempo di interiorizzazione necessario al fedele per fare proprio il dono della Parola appena ascoltata, anticipo di una riflessione più prolungata da compiere nella settimana.

Sesta domenica di Avvento: Il silenzio dopo la comunione

Un’opportuna sosta dedicata alla preghiera, raccomandata per favorire l’interiorizzazione del gesto appena compiuto. E il dialogo con Dio sfocia nell’affidamento a lui delle persone a noi care o delle situazioni che ci stanno a cuore.